Le caratteristiche della Chrysophyta

Le caratteristiche della Chrysophyta

Chrysophyta è organismi unicellulari assegnati alla classe Chrysophyceae. Questi organismi si trovano principalmente nelle aree di acqua dolce quali laghi, fiumi e stagni. Generalmente, Chrysophyta è osservati come libero nuoto, organismi, mentre alcune specie presentano comportamento coloniale. Chrysophyta è considerate vitali per la catena alimentare di un ecosistema, come essi sono la fonte primaria di cibo per organismi vitali e la loro presenza contribuisce all'abbondanza delle fonti di cibo più alti nella catena.

Fotosintesi

Chrysophyceae crea e memorizza il proprio cibo dal processo di fotosintesi. La fotosintesi è il processo mediante il quale piante, alghe e alcune forme di batteri convertono il biossido di carbonio in materiale organico, usando l'energia alla luce del sole. Il materiale organico viene memorizzato nei legami di zucchero e viene utilizzato da Chrysophyceae come una fonte di cibo. Il processo di fotosintesi è fondamentale nella catena alimentare di tutta la vita sulla terra, come gli organismi che convertono l'energia luminosa in glucosio sono una fonte di cibo per gli erbivori che a loro volta sono una fonte di cibo per gli altri.

Divisione cellulare

La maggior parte delle alghe dorate si riproduce per mezzo di divisione cellulare o la produzione di un zoospore. Divisione cellulare o frammentazione è il processo mediante il quale un organismo completamente nuovo è prodotto in alcuni organismi unicellulari. Un zoospore è un organismo asessuale che si muove dall'uso di una coda-come proiezione o flagello.

Acqua dolce

Anche se un numero di organismi classificati come Chrysophyceae possa essere trovato in acque marine, la maggior parte delle alghe d'Oro occupa ambienti d'acqua dolce. Gli organismi sono estremamente importanti per l'ecosistema delle zone d'acqua dolce perché agiscono come la fonte primaria di cibo per lo zooplancton abbondante che abitano i corpi idrici. Lo zooplancton è poi consumato da organismi più grandi come un collegamento vitale nella catena alimentare dell'ecosistema.