Domande frequenti su prodotti chimici piscina

Mantenere che una piscina sicura, pulita e sana può essere intimidatoria a prime, ma sempre risposte ad alcune domande di base può rendere molto più facile da capire. Mentre le quantità esatte di ogni prodotto chimico per aggiungere variano in base alla dimensione della piscina, singoli marchi solitamente fornirà ai consumatori con le formule necessarie per ottenere le concentrazioni che vogliono.

Quali sostanze chimiche è necessario aggiungere su base regolare?

Al fine di mantenere un ambiente pulito e sanitario nuotare, ci sono alcune sostanze chimiche che devono essere aggiunto al pool su base regolare. Acqua prova dovrebbe essere effettuata ogni altro giorno..--se ogni giorno non è possibile..--al fine di garantire che ci sono una quantità sufficiente di queste sostanze chimiche presenti nell'acqua.

Cloro e bromo sono due agenti sanitizzanti che possono essere utilizzati per uccidere i batteri e altri corpi estranei nelle piscine. Proprietari di piscina devono selezionare solo uno da utilizzare. Il pH della piscina è una misura dell'acqua come acida o alcalina. Questo dovrebbe anche essere testato regolarmente, con l'obiettivo di tra 7.2 e 7.6. Aggiungere il bisolfato del sodio per abbassare il pH, o cenere di soda per innalzare il pH. Questo numero può variare rapidamente ed è importante mantenere per garantire il corretto funzionamento di altri prodotti chimici piscina.

Qual è la differenza tra cloro e bromo?

Cloro e bromo svolgono la stessa funzione di fine, ma interagire con l'acqua in modi diversi e hanno diversi vantaggi. Il cloro è disponibile in forma di compresse o granulare, e una volta in acqua combina con batteri per ucciderlo. Una volta che una molecola di cloro ha ucciso un corpo estraneo, non è più attivo. Inoltre ha un odore caratteristico e può provocare una sensazione di bruciore e irritazione della pelle in alcune persone.

Perché bromo è più delicato sulla pelle e gli occhi e può essere una scelta migliore per quelli con pelle sensibile, è anche più difficile da lavare via la pelle. Il bromo è più efficace anche in acque più calde, come vasche idromassaggio, Terme o piscine in climi caldi. Rimarrà attivo anche dopo che esso ha neutralizzato estranei; Questo lo rende più efficiente, ma è più costoso.

Quali altri prodotti chimici si deve tenere in mano?

Una forma lieve di alghicida può essere un metodo efficace di prevenzione, e ci sono una vasta gamma di alghicidi disponibili. Polimerici o quat alghicidi non aumenterà la quantità di metalli nell'acqua e sono generalmente preferibile metallici alghicidi per manutenzione preventiva.

Shock è un composto chimico granulare che ripristinerà l'equilibrio chimico all'acqua ed è generalmente raccomandato per uso dopo forti piogge diluire l'acqua della piscina o giornate calde aumentano la temperatura dell'acqua e interferiscano con i processi regolari.

Chiarificatore può essere utilizzato quando l'acqua della piscina diventa nuvoloso ma non scoloriti. Acqua torbida è solitamente dovuto troppo piccolo per essere intercettata dal filtro di particelle sospese nell'acqua. Quando viene aggiunto chiarificatore, queste particelle sono legate a molecole più grandi che poi vengono intercettate dal filtro.

Detergenti enzimatici sono usati quando c'è un accumulo di polvere e sporcizia intorno alla linea di acqua.

Che cosa prodotti chimici possono causare risultati indesiderati?

Gli alghicidi sono i prodotti chimici piscina che possono avere il più evidente dei risultati indesiderati. Alghicidi metallici dovrebbero essere usati con cautela, poiché contengono rame che possa corrodere il metallo infissi come illuminazione subacquea e scale. Spesso viene utilizzato in combinazione con un'altra sostanza chimica progettata per rimuovere il rame una volta che ha fatto il suo lavoro, assicurando che la corrosione non si avvia.

Alcuni tipi di alghicidi, chiamati quats, sono comunemente usati come prevenzione chimica nella continua lotta contro le alghe. Il lato negativo di queste sostanze chimiche è che possono fare la schiuma dell'acqua, che può essere gestita tramite l'aggiunta di un'altra sostanza chimica chiamata un de-foamer.